Sostienici

CENTRO DIURNO

CENTRO DIURNO

Il centro è dedicato ai percorsi psicoeducativi per bambini con Disturbi dello Spettro Autistico e Disabilità Intellettive.

Il metodo di lavoro e gli obiettivi

A seguito di un primo contatto con le famiglia e con i servizi che hanno in carico il bambino con Disturbo dello Spettro Autistico, viene impostato un piano psicoeducativo individualizzato che risponda alle esigenze dell’utente stesso. Questo programma viene sottoposto a continua verifica e monitoraggio.

Gli obiettivi dell’intervento sono quelli di avviare forme di comunicazione, verbale e/o non verbale, promuovere il comportamento di lavoro e la collaborazione, arginare i problemi comportamentali che sono da ostacolo alla collaborazione, favorire l’apprendimento di nuove abilità, facilitare il percorso scolastico e collaborare con i genitori per la generalizzazione e il mantenimento delle abilità acquisite o potenziate.

Le famiglie che vivono la disabilità dei loro figli trovano all’interno del centro un sistema integrato di servizi, senza tralasciare il supporto a loro specificamente dedicato.

Caratteristiche del modello applicato


In accordo con le indicazioni e i risultati segnalati dalle Linee Guida nazionali e regionali sull’autismo, il nostro centro offre programmi psicoeducativi che si basano sull’integrazione dei metodi TEACCH(Treatment and Education of Autistic and Related Communication- Handicapped Children) ed ABA(Analisi Comportamentale Applicata). Il modello da noi applicato è dunque:

• comprensivo: riguarda tutti i comportamenti dell’individuo e tutti gli ambiti dello sviluppo;

• individualizzato: l’assessment ed il programma sono strutturati sulle potenzialità della singola persona e sono condivisi con i genitori e gli insegnanti.

L’integrazione dei programmi TEACHH ed ABA trova, nella nostra proposta, l’efficace potenziamento delle autonomie del soggetto ed il miglioramento della qualità della vita personale e sociale. Il programma TEACCH rappresenta un approccio globale alla persona. Utilizza tecniche comportamentali e si basa su un quadro temporo-spaziale strutturato, comprensibile e prevedibile che costituisce il primo passo per poter impostare un lavoro educativo con il bambino. L’Analisi Comportamentale Applicata, invece, consente di comprendere ed analizzare le relazioni che intercorrono tra determinati comportamenti e le condizioni esterne. Il programma di intervento viene, dunque, realizzato sui dati che emergono dall’analisi, utilizzando le tecniche specifiche quali la sollecitazione (prompting), la riduzione delle sollecitazioni (fading), il modellamento (modeling), l’adattamento (shaping) e il rinforzo.

Equipe Multidisciplinare


  • - n. 1 direttore del centro, con funzione di supervisione e di interfaccia per le relazioni esterne;
  • - n. 7 operatori (psicologhe ed educatrici professionali) con specifica formazione teorico-operativa sul programma TEACCH e master in Executive ABA;
  • - n. 1 psicologo-psicoterapeuta, con funzione di supporto alle famiglie e valutazione clinica degli utenti;
  • - n. 2 logopediste;
  • - n. 1 assistente sociale.

Utenza 


Attualmente il centro psicoeducativo “Marianna Amico Roxas” è frequentato da 21 utenti. Questi hanno cominciato il loro percorso in periodi diversi dal 2008 ad oggi.

Il grafico sottostante mostra la suddivisione per luogo di provenienza degli utenti.

  

Gli utenti afferiscono al centro a seguito di valutazioni diagnostiche effettuate presso i servizi di NPI competenti. I quadri diagnostici sono molteplici ma rientrano tutti all’interno del quadro dei Disturbi dello Spettro Autistico.

Previa valutazione delle abilità rispetto allo sviluppo, l’equipe multidisciplinare del centro stila il percorso psicoeducativo più adatto al bambino che viene revisionato e condiviso bimestralmente con le famiglie.

Il grafico sottostante mostra il numero totale delle ore settimanali che attualmente vengono dedicate a ciascun utente.

    

È importante sottolineare che tutti i bambini seguiti presso il nostro centro effettuano parallelamente anche un percorso psicoeducativo presso i servizi pubblici delle ASP specificamente dedicati all’autismo poiché presso questi ultimi, per la cospicua domanda, non riescono ad usufruire del monte ore settimanale totale di interventi così come indicato dalle linee guida nazionali e regionali sull’autismo.

 

Date

22 Gennaio 2015

Tags

Psicoeducativo

Chi Siamo

L’Associazione di volontariato Progetto di Vita nasce a San Cataldo (CL) il 14 Aprile 2008 da un forte impegno di giovani qualificati e da anni attivamente impegnati nel terzo settore. Ma soprattutto l’associazione nasce dai legami di amicizia! È questa la nostra forza.

Le ultime dal blog

©2019 ConSenso soc. Coop. All Rights Reserved. Designed By Roberto Naro Privacy Policy Cookie Policy

Search